COSA C’E’ DA NASCONDERE?

IL MOVIMENTO 5 STELLE MONTEROTONDO RICORRE AL PREFETTO

Il gruppo consiliare del Movimento 5 stelle ha dovuto presentare un’istanza al prefetto di Roma dr. Franco Gabrielli per cercare di ottenere la documentazione richiesta all’A.P.M. (Azienda Pluriservizi Monterotondo) il 18/11/2015 e che, nonostante numerosi solleciti sia al Direttore generale Carla Carnieri che al Presidente della partecipata Paolo Bracchi , anche da parte del segretario comunale, dopo oltre due mesi l’Azienda non ha ancora rilasciato.

Ricordiamo che l’azienda speciale A.P.M. è a totale partecipazione comunale e che ai sensi dell’art. 1 comma 2 dello Statuto aziendale è il Comune che “assicura l’autonomia imprenditoriale dell’Azienda, ne determina gli indirizzi generali, controlla i risultati, esercita la vigilanza, conferisce il capitale di dotazione e provvede alla copertura dei costi sociali eventualmente imposti all’Azienda”

L’Art. 21 comma 3 dello Statuto comunale riporta testualmente :
“ I Consiglieri comunali, nell’esercizio delle loro funzioni, previa richiesta scritta e senza motivazione alcuna, hanno diritto di ottenere in tempo reale dagli uffici del Comune ,nonché dalle aziende ed enti da esso dipendenti e/o partecipati, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato”

Tale atteggiamento da parte della direzione aziendale della partecipata denota non solo scarsa collaborazione e rispetto per il ruolo dei consiglieri comunali, chiamati a vigilare sul loro operato, ma potrebbe far sorgere il legittimo sospetto che la documentazione giustamente richiesta presenti delle criticità , in palese e totale contraddizione con la tanto sbandierata “trasparenza”.

https://www.facebook.com/1436151496649363/videos/1658063717791472/