L’ASSESSORE RISPONDE

 

pec_posta_certificata

L’ASSESSORE RISPONDE

Ci sembra doveroso riportare fedelmente la replica dell’Assessore Valenti , alle nostre richieste di resoconto dei risultati ottenuti nei primi 5 mesi del suo operato , apparsa ieri sul suo profilo Facebook. Ognuno avrà così modo di farsi un giudizio.

Scrive l’Assessore: “Vengo a conoscenza tramite amici di un post sulla pagina dei grilli eretini che richiama un mio commento sulla mia pagina fb datato 9 ottobre e riguardante il loro ridicolo modo di fare politica (presentare un mazzo di mozioni in consiglio comunale che ci costringono per lo più a discutere e votare su argomenti che l’amministrazione sta già affrontando o ha affrontato da tempo). Sono contenta che sia arrivato loro, in qualche modo, il mio pensiero sulla loro attività politica. È bene che lo sappiano. Resta il fatto che ora mi hanno addirittura chiamato in causa (senza nemmeno essere messa in condizioni di rispondere..visto che nella loro pagina non ci entro nemmeno per sbaglio) penso provocatoriamente per parlare delle “mie mirabolanti performances nei primi 5 mesi di assessorato”. Ora..raccolgo la provocazione..mi faccio una risata..e sospirando ripenso al fatto che la mia nomina è avvenuta il 12 giugno. L’insediamento della giunta si è tenuto alla fine di tale mese. A luglio ho iniziato a lavorare assiduamente prendendo in mano una tragica situazione del TPL che vedeva un taglio dei finanziamenti della regione lazio fino al 40%. Mi sono fatta ricevere in Regione 5 volte, ho avuto innumerevoli incontri con cittadini preoccupati cercando pian piano di ottenere un ripristino del servizio. Tutto questo mentre il loro consigliere in commissione tentava di sostenere l’inutilità del servizio TPL in quanto viaggia per nessuno e rappresenta uno spreco. a settembre, con soddisfazione, ho ottenuto fino in fondo il ripristino del servizio e adesso è tornato allo storico. Per questo ho ricevuto i ringraziamenti di moltissime persone che utilizzano quotidianamente il Rossibus.. Di mezzo c’è stato agosto, mese in cui il mio lavoro è andato avanti fino alla prima metà, cosa che invece per la commissione consigliare non è avvenuta, ma anche comprensibilmente. Dopo le mie meritate vacanze il 1 settembre sono rientrata, operativa, e ho iniziato a lavorare con gli altri uffici e servizi sul bando dei tirocini formativi del plus che è partito e che il 15 ottobre si chiuderà (dopo numerose riunioni con imprese e loro rappresentanze di settore). Nel frattempo, ho attivato l’ufficio per la nuova planimetria del mercato di Monterotondo centro che ha necessità di essere messo in sicurezza. Abbiamo messo in bilancio, con l’aiuto dell’Ass. Lupi i soldi per l’affidamento della redazione (finalmente!) del nuovo Piano di Protezione Civile. Ora stiamo effettuando coi Vigili e l’Apm uno studio sul mercato e gli spuntisti per regolarizzarne il pagamento e allo stesso tempo ho conosciuto diversi operatori che mi hanno portato le loro esigenze, da integrare con quelle della comunità cittadina per un migliore svolgimento del mercato stesso, finché non ne sarà data nuova collocazione nella nuova sede già individuata pochi mesi fa, come delibera di indirizzo votata all’unanimità in consiglio. Inoltre, stiamo per rilanciare fortemente attraverso seminari informativi il progetto di tirocini Garanzia Giovani,in collaborazione del Centro per l’impiego. Altra cosa che mi viene in mente è il ripristino della fermata Rossibus in via s.martino che da anni non era più utilizzabile. Che altro? Sui fondi europei stiamo per attivare l’ufficio preposto alla progettazione e al reperimento risorse, che ci permetterà di dare respiro (si spera) al bilancio comunale. Stiamo per attivare una convenzione sperimentale con la Confartigianato riguardante la gestione condivisa delle pratiche SUAP. Abbiamo rinnovato fino a dicembre la convenzione con il mercato del sabato dell’usato allo Scalo, facendo in modo che sia una risorsa per la cittadinanza, a scopo sociale, e allo stesso tempo una possibilità remunerativa per il Comune, ponendo la contropartita di un’occupazione di suolo pubblico calmierata, ma che ci permette di essere in regola con gli eventuali controlli della corte dei conti. Stessa cosa andremo a fare col mercato Campagna Amica della Coldiretti. Credo che per la lunghezza di questo post, probabilmente non sarò letta da nessuno… però spero che arrivi dove deve arrivare…. e che si rifletta sul fatto che i primi mesi di insediamento di un assessore che è “nuovo del mestiere”, se coincidono con l’estate e con la sfortunata assenza di un Responsabile del Servizio che svolgeva ogni pratica e atto utile e che ora è in malattia..nonché con la totale carenza di mezzi e strumenti (vedi computer in ufficio,per dirne una.)di cui spero possa servirmi presto.. beh.. direi che non possiamo chiamare quanto finora detto “mirabolante performance” ma quanto meno un ottimo lavoro. E lo dice una persona modesta, ma che certe provocazioni proprio non le accetta. E non lo fa sulla base dei fatti. Ciao.”

Poiché l’Assessore, nella sua relazione chiama in causa uno dei nostri consiglieri, ci sembra doveroso e corretto , nei confronti di chi ci legge e deve farsi la giusta opinione in merito, chiarire che il nostro Consigliere si è limitato a riportare le richieste dei cittadini e chiedere una verifica del servizio di TpL così come svolto nel territorio comunale dall’attuale gestore, affidatario esclusivo del servizio, finalizzata a valutare l’effettiva affluenza degli utenti che ne usufruiscono nell’arco della giornata. Al tal fine è stato altresì chiesto di poter rivisitare ed analizzare i dati inerenti i percorsi e le fermate per verificare eventuali miglioramenti, sulla base dell’effettiva domanda di mobilità urbana, che vadano a risolvere situazioni di linee che quasi mai si incontrano nello stesso punto, con orari non coincidenti o sovrapposizione di percorsi (vedi Stazione Ferroviaria). Tale studio dovrebbe costituire idoneo strumento per efficientare il servizio di TpL e per potenziare alcune tratte in base alle diverse esigenze dei cittadini. Il Consigliere ha altresì proposto, ma le proposte sono state ritenute irrealizzabili, la gratuità del servizio in particolare con riferimento al collegamento con Monterotondo Scalo ovvero l’integrazione tariffaria del servizio di TpL al pari di quanto attualmente avviene per il Cotral.