MAFIA CAPITALE e dintorni

MAFIA CAPITALE e dintorni

Dalla nutrita rassegna stampa sull’inchiesta “Mondo di mezzo” che caratterizza il dibattito pubblico di questi giorni, apprendiamo che anche il nostro territorio sembra essere interessato da questo inquietante problema.

L’appalto per la gestione del nuovissimo asilo nido comunale “Nido di Gaia”, inaugurato a Monterotondo appena da qualche settimana, è stato vinto infatti, da un consorzio di cui fa parte la A.B.C. Società Cooperativa Sociale della quale era consigliere Carlo Maria Guarany, vice presidente del C.d.A e consigliere della società 29 Giugno Coop Sociale Onlus, recentemente finito agli arresti “è uomo di fiducia di Salvatore Buzzi, di cui eseguiva le direttive, occupandosi della gestione delle varie cooperative e prendendo contatti con pubblici funzionari deputati alle gare di appalto ovvero alla concessione di lavori pubblici e/o pagamenti degli stessi». (*1)

Fermo restando che nessuno può essere considerato colpevole fino alla sentenza del terzo grado di giudizio, tenuto conto anche del comunicato (*2) diramato qualche giorno fa da Legacoopsociali nazionale e Legacoopsociali Lazio, in difesa della propria reputazione, dell’importanza del servizio svolto e della rispettabilità degli oltre mille lavoratori del settore, ci chiediamo, alla luce di quanto emerso fino ad ora dalle indagini della Magistratura, quali azioni intendano mettere in pratica la Giunta, e il Sindaco del Comune di Monterotondo e se ritengono necessario dare alla cittadinanza chiarimenti sulla questione.

(*1) http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/ORDINANZA_MONDO_DI_MEZZO,mafia_capitale.pdfa pagina 570

(*2) http://www.legacoopsociali.it/index.php/7-legacoop-sociali-nazionale/in-primo-piano/1537-mafia-capitale-legacoopsociali-offesa-per-cooperatori-onesti

immagine oriz